head

CortoperScelta 2008. Verbale della giuria

di , scritto il 11 Set 2008 - inserito nella categoria: in evidenza

vincitori_2008

La Giuria della sezione CortoScuola 2008, composta dal Presidente Riccardo Massacci e da Enrico De Angelis e Cristina Parigiani, ha deciso di assegnare il seguente riconoscimento:

1° Premio CortoScuola a:

La partita di Istituto Statale Mazzocchi di Treviso e regista Daniele Zanon

Per aver affrontato un tema difficile con un’ idea semplice, ben sviluppata, realizzata al meglio e senza retorica, con un lavoro di qualità professionale.

La Giuria delle sezioni CortoMarche e CortoItalia 2008, composta dal Presidente Gianni Quilici e da Dante Albanesi, Peppe De Angelis e Susanna Pellis, ha deciso di assegnare i seguenti riconoscimenti:

Premio del Pubblico a:

The Oscure Brother di Linda Di Franco

Premio “Linea dell’Occhio” per il talento visuale più innovativo a:

Reality di Silvia De Gennaro

Perché ha saputo combinare e scombinare,in modo originale ed espressivo, diversi linguaggi (l’immagine con i movimenti di macchina, la voce fuori campo con la musica), creando testi e sottotesti in un inesauribile gioco di segni.

1° Premio ex-aequo CortoMarche a:

Elliott di Postodellefragole

Perchè sa creare un’atmosfera di solitudine claustrofobica con un nitido bianco/nero che fa risaltare la desolazione dell’ambiente. L’uso sapiente di dettagli e di piani ravvicinati lascia presagire uno sfondo misterioso e inquietante.

Sotto il mio giardino di Andrea Lodovichetti

Perchè sa raccontare una storia attraverso una figura di bambino riuscita per un’ambiguità profonda ed implicita tra ciò che egli immagina essere accaduto e ciò che ha inconsciamente rimosso.

2° Premio CortoItalia a:

Resistencia di Caterina Gueli

Perché racconta una storia di colonizzazione con leggerezza e poesia. Tutti i linguaggi concorrono a questo risultato: la voce fuori campo del protagonista, che sembra emergere dal nulla; le foto scoperte una ad una da movimenti lentissimi della cinepresa; la musica dissonante che diventa, via via che le immagini si fanno più chiare, suono della realtà.

1° Premio ex-aequo CortoItalia a:

La memoria dei cani di Simone Massi

Il disegno vivido e inquieto, il movimento del viaggio aereo nella memoria e nel sogno, trascinato e tenuto sospeso dalla musica e dai silenzi, la tenerezza dell’animale e soprattutto lo sguardo doloroso e offeso del ragazzo, gli spazi aperti e quelli chiusi, gli occhi che guardano/ciguardano rendono questo racconto psicologico e affettivo ancora una volta radicato nella propria terra, tra la propria gente, vibrante e pieno di implicazioni cine-poetiche.

Muto di BLU

Perché è un’opera splendidamente ibrida, che evade dal cinema d’animazione per farsi documento urbano, dove il disegno si fa strada attraverso muri, crepe, soffitti, botole, in una perenne ansia di sopravvivere alla propria inevitabile cancellazione, e dove ogni singola inquadratura manifesta un folle amore per il cinema.

La Giuria di CortoperScelta 2008