head

2003

Se il cortometraggio è spesso la prova generale per un film di lunga durata questa assegna è la prova generale de vero festival che si svolgerà nei prossimi anni. Possiamo dire che ci troviamo a nostro anno zero. In attesa di crescere e di produrre qualcosa che possa fornire un concreto aiuto a questo trascuratissimo settore del cinema. CortoperScelta è ancora piccolo, come è piccolo il cortometraggio, come sono piccoli questi due paesi del Piceno che nell’agosto del 2003 hanno deciso di proporre alcuni dei migliori film brevi e brevissimi realizzati negli ultimi anni in Italia. Il corto è un’esercitazione di stile nella quale è necessario condensare tutte le proprie idee nello spazio di trenta venti dieci a volte anche cinque minuti. Tale costrizione porta per forza di cose a una scelta, all’obbligo di accelerare la narrazione, al sacrificio di dover scartare immagini alle quali ci si era affezionati, a scarnificare i tempi e ritmi, a spingere al massimo grado la tecnica narrativa dell’ellissi.
Non dovremmo mai dimenticare che l’arte del cinematografo nasce sotto forma di cortometraggio. Quando era bambino il cinema durava poco: o spazio di un campo lungo dei Lumiere che si consumava in un minuto, le fulminanti magie illusionistiche di Méliès,le figure sbiadite di un cartone animato di Reynaud… Per questo realizzare un cortometraggio oggi vuol dire riavvicinarsi alla più intima essenza del cinema, al suo più remoto passato, a quegli albori che molti spettatori del presente (sempre più immersi nelle banalità deleterie degli schermi televisivi) rischiano di dimenticare.
Due parole sul programma. Nella sezione nazionale abbiamo privilegiato il genere documentario, poiché siamo convinti che in esso si riscontri un atteggiamento più deciso verso la sperimentazione e il sincero desiderio di percorrere strade alternative. La sezione locale è stata estesa dalla sola provincia del Piceno all’intera Regione Marche. Ciò per far fronte al folto numero di autori marchigiani pervenuti, e per donare una più significativa visibilità alla produzione audiovisiva della nostra regione.
Al cinema le parole dovrebbero essere più “piccole” e più “brevi” delle immagini. Quindi, parlando di cortometraggi, questa pagina è durata anche troppo.
Buone visioni e buoni corti a tutti!

Dante Albanesi
direttore artistico di CortoperScelta